La mia gravidanza.. 9 mesi d’Amore !

Avevo un ritardo di tre giorni, cosa stranissima per me che ho il ciclo sempre regolare, mi sentivo continuamente stanca e non riuscivo a sostenere i miei soliti ritmi.
Non sopportavo più i jeans e mettevo i leggings per sentirmi più comoda.
Non avevo programmato nulla quindi non sospettavo una gravidanza.
Faccio il primo test ed il risultato è negativo.
Dentro di me sentivo che c’era qualcosa che non mi quadrava quindi dopo cinque giorni lo ripeto ed il risultato non era affatto chiaro.
Non c’erano le due linee o meglio, una delle due (quella più importante), era leggermente accennata è molto sbiadita, ne faccio un altro il giorno dopo ed il risultato era sempre lo stesso.
Mio marito prende il mio test e lo porta in farmacia per chiedere un parere e… Congratulazioni, aspettate un bambino !
Quello che è successo dopo quella frase non ve lo riuscirei mai e poi mai a descrivere, è stato un picco di felicità immensa mista a panico totale e stupore e paura…
Il giorno dopo torno a lavoro ed avevo paura, sapevo che non avrei più potuto continuare a lavorare come ufficio stampa, sapevo che quei ritmi non erano adatti ad una ragazza incinta e quel tipo di vita non si sarebbe conciliata con una mamma.
Si perché proprio quello stavo per diventare: mamma.
Purtroppo non avevo un contratto che mi poteva tutelare ed il lavoro in Italia non rende facile la realizzazione professionale e familiare quindi decisi molto a malincuore di mollare e dedicarmi al miracolo che avevo e sinceramente, tornassi indietro, rifarei sempre la stessa scelta.
Non avevo fatto in tempo a prenotare la visita ginecologica che le nausee erano sempre più frequenti e presto iniziavo a vomitare almeno cinque volte al giorno, fino ad avere anche la scialorrea… Un incubo insomma i primi mesi.
Stavo malissimo, la mia ginecologa li chiamava “sintomi simpatici” ed io pensavo che andava bene così basta che stava bene.
Mi rendevo conto che da quando ero incinta, dal momento del concepimento, la mia testa già pensava da mamma, io ero già mamma prima di saperlo e prima di rendermene conto.
I mesi passavano in fretta, la pancia cresceva (e non solo !!!) ed io ero sempre più impaziente di vedere la mia piccolina !
Sapevo subito che era femmina mentre mio marito voleva che fosse maschio e l’ha sperato fino al giorno del parto, anche se adesso si rimangia tutto.
Ricordo che eravamo felici ed emozionati ma allo stesso tempo tanto tanto impauriti.
Ci chiedevamo spesso se saremo stati in grado di essere all’altezza di crescere una bimba, io avevo paura del parto cesareo, dell’epidurale, dell’allattamento… Insomma di tutto.
Devo dire però che nove mesi di gravidanza sono abbastanza per prepararsi psicologicamente all’arrivo di una terza persona e così è stato.
Il 4 luglio è arrivata Lei, la mia pallocchetta !
È vero quando mi dicevano che la mia vita sarebbe cambiata, è cambiata eccome, è cambiata in meglio e sono cambiata io insieme a lei e noi insieme a lei, tutto è si più faticoso ma più bello.

IMG_5054.JPG

IMG_5051.JPG

IMG_1762.JPG

IMG_5058.JPG

IMG_5053.JPG

IMG_5052.JPG

IMG_5057.JPG

IMG_5056.JPG

IMG_5055.JPG

IMG_5064-0.JPG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *